Cammino di Santiago e itinerari

Pietra miliare km 0 finisterre fa capire cos'è il cammino di santiago
Il faro di Finisterre

Tempo di lettura stimato: 6 minuti

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su email

Cos’è il Cammino di Santiago? Per rispondere a questa domanda apparentemente banale, è necessario considerare che sono davvero tantissimi gli aspetti che caratterizzano questo pellegrinaggio, sia dal punto di vista storico che culturale. Nato come omaggio da parte dei fedeli al luogo in cui riposano le spoglie di San Giacomo, a causa del numero crescente dei pellegrini iniziarono a svilupparsi sul Cammino di Santiago itinerari diversi per arrivare alla città del Santo.

Lungo la storia del Cammino, i percorsi principali che vennero a formarsi furono:

  • Via terra il Cammino Francese, diventato ben presto il più famoso, il Cammino de La Plata per i pellegrini provenienti dal sud della Spagna, e, infine il Cammino Portoghese per i pellegrini lusitani.
  • Via mare venne molto praticato il Cammino Inglese, che iniziava a Ferrol: tramite questo porto giungevano in Spagna le navi che trasportavano i pellegrini provenienti dal nord Europa.

Per addentrarsi in modo ottimale nell’universo del Cammino di Santiago, effettuando una sorta di viaggio introduttivo e approfondendo le varie tematiche, non dimenticare di dare un’occhiata a questi articoli:

Indice dei contenuti:

"Ogni persona ha due vite, la seconda inizia quando capisce di averne una sola".

(Confucio)

Cammino di Santiago itinerari e tappe

Mappa cammini santiago rettangolare
(Clicca per ingrandire)

Per aiutarti a scegliere l’itinerario che fa per te, non mancheremo di descrivere i principiali percorsi che formano la rete del Cammino di Santiago, con tutte le tappe e le altimetrie. In primis dedicheremo una sezione con vari articoli a quello più famoso, il Cammino Francese, e successivamente troveranno spazio anche gli altri percorsi. Vediamo un veloce riepilogo degli itinerari di cui parleremo nel sito:

Considerato che in alcuni di questi percorsi si incontrano pendenze piuttosto impegnative, abbiamo preferito pianificare le tappe in modo che siano più brevi e leggere: magari ci metterai un paio di giorni in più del solito, ma crediamo che non ci sia alcun bisogno di correre!

A questo proposito, una delle cose di cui spesso si rammaricano coloro che hanno portato a termine il Cammino di Santiago, è quella di non essersi concessi la calma di godere delle amicizie nate camminando e di aver perduto l’occasione di conoscere delle persone speciali a causa della fretta di arrivare a Santiago.

Altro aspetto da considerare è l’opportunità di percorre sul Cammino di Santiago itinerari per intero o solo in parte: le differenze sono sostanziali e l’esperienza acquisisce una connotazione diversa in funzione di questa scelta.

Partecipa al sondaggio

I pellegrini, sia esperti che alle prime armi, hanno molto da condividere sulla loro esperienza, le loro scelte e motivazioni. Rispondi a una semplice domanda e aiutaci a scoprire sempre di più sul Cammino di Santiago!

Cos’è il Cammino di Santiago? Perché è considerato così speciale?

Una pellegrina cammina a piedi scalzi al tramonto

Il Cammino è un’esperienza piuttosto difficile da descrivere a parole, perché sfugge facilmente ad una definizione precisa, essendo un insieme di emozioni dalle mille sfaccettature.  Sono svariate le sensazioni che avrai l’opportunità di vivere: il senso di assoluta libertà, il contatto con la terra, con le persone e le loro storie, le conversazioni straordinariamente profonde, la possibilità di connettersi con sé stessi, a Dio, a ciò che è veramente importante. Insomma, sarà sicuramente un’esperienza ricca di magia!

Il Cammino è come un grimaldello che scassina l’anima. Forse sarà un’opportunità per conoscere il meglio di noi stessi e degli altri, per abbassare la guardia e spingerci oltre ciò che pensavamo di poter fare, consci che il Cammino di Santiago è alla portata di tutti e che siamo perfettamente in grado di farlo.

Scoprire che effettivamente questo è un buon posto dove stare, un posto in cui si condivide, in cui ci si concede il tempo per ascoltare le storie degli altri e forse finalmente essere in grado di capire un po’ anche la propria.

Avremo delle risposte? Forse sì. Domande? Probabilmente in numero ancora maggiore, oltre alla fatidica “Cos’è il Cammino di Santiago?”. Ma porsele è parte del viaggio e significa cominciare a mettere in discussione le certezze, magari iniziando a sgretolarle, uscendo dal proprio guscio.

Tornando alla domanda iniziale: davvero questa esperienza è così unica, magari sarà possibile anche affermare che il Cammino di Santiago ti cambia la vita?

Sarà difficile che qualcuno possa rispondere a questa domanda regalando certezze granitiche… Per quel che ci riguarda, siamo certi di due cose: la prima è che una volta tornato non sarai più la stessa persona, la seconda è che vorrai ripartire il prima possibile!

Un’avventura davvero fuori dal comune

Nel corso dei secoli, il Cammino di Santiago è passato dall’essere un pellegrinaggio esclusivamente religioso ad essere considerato in modo ben più ampio come un’avventura spirituale, un’esperienza fuori dal comune.

Una delle particolarità che lo contraddistinguono sta nel fatto che, qualora decidessi di metterti in viaggio da solo, incontrerai quasi sempre qualcuno che ha fatto la tua stessa scelta, con le medesime ragioni e gli stessi obiettivi, e capiterà che condividerai il percorso insieme, formando così la cosiddetta “famiglia in Cammino”.

Questo fattore sarà anche influenzato dalla tua scelta su come fare il Cammino di Santiago: ad esempio a piedi, in bici o a cavallo. I rapporti personali che intreccerai saranno molto intensi soprattutto se sei partito per allontanarti da una vita quotidiana diventata stantia o magari stai attraversando un momento di debolezza.

Ci sarà chi troverà l’amore, chi un caro amico per la vita, qualcun altro una guida spirituale: di sicuro avrai contatti, spesso duraturi, con persone provenienti da tutto il mondo che arricchiranno la tua vita!

Come è fatto ilcamminodisantiago.net?

Un panorama fuoriesce da una rivista

Per cercare di rispondere alla domanda “Cos’è il Cammino di Santiago?” e a tutte le altre che certamente nasceranno in coloro che si accingono a partire per il loro cammino, abbiamo pensato di strutturare le sezioni del sito in ordine temporale, ricalcando il modo in cui generalmente ci si approccia a questa avventura:

  1. Cammino e itinerari: la prima fase, con i suoi mille dubbi in cerca di soluzione, in particolare per quel che riguarda la possibilità di capire se questa esperienza è adatta alla propria persona, con chi farla, quale itinerario scegliere e come si può fare il Cammino.

  2. Organizzare il Cammino di Santiago. Nell’accostamento al Cammino di Santiago, questa fase è preponderante perché, appena decisa la partenza, si passa subito all’organizzazione pratica: sia per quel che riguarda la preparazione fisica che per l’acquisto dell’equipaggiamento. Quest’ultimo è fondamentale che venga provato durante all’allenamento, così da controllarne la funzionalità e iniziare la preparazione dello zaino e l’ottimizzazione del suo peso.

  3. Lungo la strada: il Cammino di Santiago e i km: il Cammino vero e proprio, passo dopo passo, con le sue regole non scritte, le sue consuetudini, le sue strutture di accoglienza e le sue vesciche!

  4. A Santiago di Compostela e oltre: l’arrivo a Santiago, il ritiro della Compostela, la visita alla cattedrale e tanto altro. Dal momento che crediamo fermamente che il Cammino di Santiago lasci una traccia indelebile dentro ogni persona che lo compie, parleremo anche di quello che c’è dopo, una volta tornati a casa. Qui troverà spazio anche un’ampia sezione inerente alle migliori risorse sul Cammino: musica, film, libri, domande e risposte e tanto altro!

  5. Il blog: lo spazio dove troveranno posto le news, le recensioni dell’equipaggiamento, i diari e tutto ciò che riguarda l’enorme universo che ruota intorno al Cammino di Santiago.

Visto che siamo appassionati di citazioni, in ogni pagina del sito troverai anche una citazione o un motto pronunciato da un personaggio noto o da promettenti anonimi che hanno lasciato la loro traccia sul Cammino o, in generale, su tanti aspetti della vita di ognuno di noi.

I contenuti presenti su ilcamminodisantiago.net

Se sei d’accordo, ci farebbe piacere conoscere la tua opinione su alcuni aspetti dell’esperienza del Cammino, e poiché siamo un po’ cattivelli, anche metterti alla prova con dei quiz che troverai sparsi nelle pagine del sito! ;)

Un’altra caratteristica che abbiamo voluto implementare è la presenza di contenuti esclusivi e gratuiti in PDF, che crediamo possano essere utili sia per chi si approccia per la prima volta al Cammino di Santiago, che per coloro che hanno già provato questa magnifica esperienza:

  1. L’elenco dell’equipaggiamento per il Cammino di Santiago, diviso in essenziale, utile e facoltativo;
  2. Un PDF con dei riquadri per collezionare i timbri più belli che si possono trovare lungo la strada del Cammino di Santiago km dopo km. Questo documento serve solo per collezionare i timbri “in più” che non entrerebbero nello spazio limitato disponibile sulla credenziale, che rimane in ogni caso l’unica in cui dovrai apporre i timbri obbligatori per ottenere la Compostela! (almeno 1 al giorno, 2 negli ultimi 100 km dell’itinerario prescelto).
  3. Un “attestato” da conservare insieme alla Compostela, dove potrai annotare alcuni piccoli particolari ed esperienze provate dopo l’arrivo a Santiago di Compostela!

Potrebbe anche interessarti